martedì 24 settembre 2013

Salerno, BuonPescato Italiano. La ricca cantina del Villaggio



I vini del BuonPescato Italiano

Non poteva il grande pesce, sano, fresco e italiano, farsi mancare il miglior vino. Della provincia di Salerno, ovviamente, con qualche puntata tra le regioni che sono state interessate in questi mesi dal progetto ministeriale.
Ecco dunque la trasferta del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e dei vini dell'azienda iGreco di Cariati (Cosenza) che a Salerno porta “Masino”, fresco dei Tre Bicchieri di Gambero Rosso.

La cantina del Villaggio del BuonPescato italiano - affidata alle cure dei sommeliers e degustatori dell’AIS Campania, attraverso la locale delegazione guidata da Nevio Toti - annovera alcune delle migliori etichette della regione grazie alla adesione dell’Enoteca provinciale di Salerno guidata da Ferdinando Cappuccio e di altri partner della kermesse.

In 11 parteciperanno ai Cooking Show in programma: Cantine Marisa Cuomo (Furore), Casa di Baal (Montecorvino Rovella), Casebianche (Torchiara), Le Vigne di Raito (Vietri sul Mare), Luigi Maffini (Castellabate), Lunarossa (Giffoni Valle Piana), Raffaele Marino (Agropoli), San Salvatore 1988 (Stio Cilento), Reale (Tramonti), Tenuta San Francesco (Tramonti) e Verrone (Agropoli).

Loro i rossi, rosati e, inevitabilmente, i numerosi bianchi ottenuti da vitigni più e meno noti che grandi soddisfazioni stanno regalando su pianori e terrazzamenti della Costa d’Amalfi o nelle campagne delle colline salernitane, piuttosto che di Cilento e dintorni.

Ma non è tutto. In un laboratorio guidato dal giornalista Luciano Pignataro, si svolgerà in anteprima assoluta l’annuncio delle cantine della provincia che, nell’edizione 2014 della Guida Slow Wine, hanno ricevuto la Chiocciola, il massimo riconoscimento. Le tre premiate proporranno in degustazione alcune loro etichette, sia al Cooking Show con lo chef Gennaro Marciante, sia al buffet di gala di sabato 28, durante il quale affiancheranno il Fiano e il Bianco della azienda Casa di Baal che, durante la kermesse, proporrà in degustazione anche il proprio olio extravergine d’oliva.

L'Associazione nazionale "Donne del Vino della Campania" - che annovera produttrici, enologhe, giornaliste, sommelier e ristoratrici – sarà, poi, protagonista, con la delegata Maria Ida Avallone, del buffet di gala domenicale e presenterà Vitamenia, rosato da aglianico e piedirosso, al primo Cooking Show di sabato 28.

Vino, si è detto, dunque. Ma non solo. Non poteva mancare la birra artigianale e per giunta senza glutine: sarà in degustazione per lo chef Fabio Pesticcio (Il Papavero) insieme all’esperto Alfonso del Forno (Nonsologlutine).
fonte: newsletter Buonpesscato Italiano

Nessun commento: